Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d’arte che si possa desiderare. Andy Warhol

Carta Muriel carta artigianale riciclata
La materia prima

La prima volta che mi è capitato un telaio tra le mani ed ho realizzato un foglio di carta artigianale, ho utilizzato come materia prima alcune scartoffie che ho trovato in casa. Ero a Boston, nel 2012.

A foglio finito, una volta asciutto, ne ho percepito la magia. La trasformazione di un qualcosa che prima non aveva più valore ed ora ne guadagnava.

Una volta rientrata in Italia ho lavorato per quasi 4 anni in un’azienda che quotidianamente utilizzava una grande quantità di carta. Ho subito collegato questa sovrabbondanza di carta alla mia esperienza a Boston e da lì posso dire che è cominciato tutto, o meglio, sono cominciati i miei weekend di produzione di carta artigianale, utilizzando gli scarti d’ufficio che portavo a casa il venerdì. Anche i colleghi ad un certo punto hanno cominciato a “tenere da parte la carta per Sonia”!

Il mio primo foglio di carta è nato da uno scarto, oggi continuo a realizzare partecipazioni di matrimonio con lo stesso spirito, pensando che ogni pezzo di carta è una piccola rinascita.

Carta Muriel carta artigianale riciclata
L'acqua

Le materie prime per realizzare un foglio di carta artigianale sono la cellulosa e l’acqua. Nel mio laboratorio il 90% dell’acqua viene rimessa in circolo: la stessa acqua che serve per la creazione di un foglio, è quella che esce dalla pressa, e quella che torna ad essere utilizzata per la creazione di nuovi impasti di carta. Un bel traguardo sul quale da tempo stavo lavorando!

150

KG DI CARTA RICICLATA
IN LABORATORIO