Il processo per la produzione delle partecipazioni di matrimonio in carta artigianale comincia con la carta riciclata.
Gli scarti vengono sminuzzati e mescolati con acqua, e grazie ad una macchina, trasformati in un impasto uniforme: la materia che costituirà il nuovo foglio di carta artigianale.

L’impasto di carta riciclata viene diluito con acqua all’interno di un tino.
É il momento di prendere in mano il telaio di lavorazione, il migliore amico del “lavorente”, ovvero colui che estrae dal tino il foglio di carta.

Il telaio di lavorazione è costituito da una cornice in legno che tiene in tensione una tela, proprio su questa tela si depositerà l’impasto una volta immerso e sollevato dal tino. Attraverso la tela, l’acqua filtra in basso mentre l’impasto si disidrata lentamente sulla superficie del telaio. Il nuovo foglio di carta viene staccato dalla tela e passato su di un feltro inumidito per essere accompagnato alla fase di asciugatura.

L’asciugatura del foglio comincia con una pressa, la quale toglie l’acqua in eccesso dai fogli appena formati. L’acqua che ne esce viene riutilizzata per la realizzazione di nuovi impasti.

Una volta pressata la carta viene lasciata asciugare all’aria, con calma. Ne risulterà un foglio dalla superficie materica. Questo foglio, stampato e piegato costituisce la trasformazione finale di un processo affascinante e magico.